Agazzi: “Pensiamo prima a raggiungere la salvezza, poi si vedr�”

0
36 views

Conferenza stampa infrasettimanale per Davide Agazzi, che � tornato finalmente a disposizione dopo l�infortunio che lo ha tenuto lontano dal campo per un po�, e potrebbe essere tra i titolari nel prossimo impegno dei satanelli. Prima di cominciare, due parole sulla vicenda Astori: “Sicuramente � un fatto che mi tocca particolarmente perch� si tratta di una persona che fa il mio stesso lavoro, � una cosa brutta che capita anche a tante altre persone, ma quando succede ad un collega, che � anche una persona di giovane et�, colpisce anche di pi�. Credo sia stato giusto fermare il campionato in seguito a questo episodio, � giusto tributare questo ragazzo”.

Poi si torna a parlare del Foggia e del campionato dei rossoneri: “Tutti i nuovi arrivati hanno dato qualit� alla squadra. Credo che la svolta sia stata contro il Venezia, con quel pari conquistato all�ultimo minuto, senza contare la vittoria a Salerno. Anche contro il Frosinone, pur perdendo, abbiamo fatto una buona partita. Poi la squadra � cambiata con i nuovi innesti ed � andata alla grande. Le mie condizioni? Sono stato completamente fermo per un mese a causa del mio infortunio, uno stiramento all�adduttore. Poi dalla settimana contro il Novara ho ripreso a lavorare, e mi � servita per riprendere la giusta condizione fisica. Ho dato sempre il massimo e mi ha dato fastidio l�essermi infortunato, per� son cose che succedono e adesso bisogna tornare ai livelli che avevo prima dell�infortunio, in modo da poter dare una mano, sia in campo se sar� chiamato in causa, ma anche durante gli allenamenti in settimana. Durante queste settimane di assenza ho potuto osservare la grande unione che c�� all�interno del gruppo, la forza di volont�. I risultati si sono visti poi durante le ultime partite.
Il Perugia? Ha iniziato benissimo il campionato, poi ha avuto un calo, coinciso anche col periodo in cui perse allo Zaccheria la gara d�andata. In seguito, col cambio di allenatore si sono ripresi, � una grande squadra e l�arrivo di Diamanti li ha rafforzati. Diamanti � un giocatore che non ha bisogno di presentazioni, credo che anche senza squadra si sia allenato, e se � in forma pu� essere un giocatore importantissimo per il Perugia.
Le difficolt� in casa? Credo siano pi� legate ai risultati che alle prestazioni, che invece sono sempre state buone. Probabilmente il maggior numero di vittorie in trasferta � dovuto al fatto che i nostri avversari si scoprono un po� di pi� perch� davanti al loro pubblico vogliono vincere, e quindi ci lasciano pi� spazi, mentre qui allo Zaccheria restano pi� coperti.
Per me giocare come play nel 3-5-2 non � differente rispetto allo stesso ruolo nel 4-3-3, le dinamiche di gioco sono le stesse. Mi dicono che dovrei calciare pi� spesso a rete, probabilmente hanno ragione, me ne accorgo anch�io quando rivedo le immagini delle partite. Per� alle volte penso pi� a fare una giocata diversa anzich� tirare in porta.
In serie B � necessario dare ogni volta il 100% perch� le gare sono sempre difficili, e anche se in questo weekend siamo rimasti fermi a causa dell�interruzione del campionato, ci siamo comunque allenati. Bisogna pensare partita per partita perch� se ne perdi un paio consecutivamente sei in zona playout mentre con quelle quattro vittorie di fila ne siamo venuti fuori. Pensiamo a raggiungere la salvezza prima possibile, poi si vedr�”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui