� una Ternana dalle grandi potenzialit�

0
24 views

Nel girone di ritorno dello scorso anno, mentre il Foggia di Galderisi scalava la classifica, c�era una sola squadra in grado di tenere lo stesso ritmo. Era la Ternana, che all�ultima giornata si spart� la posta con i rossoneri e, a dispetto dell�avvio disastroso, si assicur� la salvezza senza passare per i playout. Quest�anno la storia sembra ripetersi: la Ternana si trova invischiata nei bassifondi, pur con un organico sulla carta competitivo. Dopo il cambio di allenatore la squadra sembra in lieve ma costante ripresa.

LA SOCIET� Le quote sono detenute da Edoardo Longarini, imprenditore edile marchigiano con trascorsi importanti nel calcio quando era presidente dell�Ancona. Longarini � noto anche per le vicende giudiziarie in cui � stato ripetutamente coinvolto, da Tangentopoli in poi.

L�ALLENATORE Gabriele Baldassarri � alla prima esperienza come responsabile di una squadra professionistica. In passato � stato fedele vice di Fabio Brini a Terni, Taranto e Salerno. Il suo modulo preferito � il 3-4-3, ma dall�arrivo a Terni sta applicando il 4-4-2. Con lui in panchina la Ternana ha conquistato 7 punti in 5 partite, frutto di 1 vittoria e 4 pareggi.

LA SQUADRA A inizio stagione la conferma di buona parte dell�organico e l�ingaggio di alcuni rinforzi di spessore facevano dei rossoverdi una delle favorite del campionato e il roboante 4-0 inflitto al Pescara nella prima gara interna sembrava confermare le previsioni. La Ternana ha poi offerto una serie preoccupante di cattive prestazioni, fino alle dimissioni di Giorgini. La rosa degli umbri pu� comunque contare su uomini di qualit� ed esperienza a cominciare dal portiere Ginestra per proseguire con Sartor, Papini, Noviello e il sempre pericoloso Rigan�.

LA STELLA Con 124 reti all�attivo fra i professionisti, Cristian Rigan� � uno dei migliori marcatori italiani in attivit�. Trentaquattro anni, di cui quindici passati a scuotere le reti avversarie, l�ariete di Lipari ha raggiunto l�apice della carriera quando, gi� avanti con l�et�, ha debuttato in serie A con la Fiorentina nel 2004-2005. Di seguito ha continuato a giocare � e segnare � nella massima serie con Empoli, Messina e Siena; nel mezzo una parentesi poco fortunata in Spagna, nel Levante.

L�EX DI TURNO Nella Ternana ricopre oggi un ruolo dirigenziale. Ma qualunque foggiano che abbia pi� di vent�anni non potr� reprimere un brivido leggendo il nome di Beppe Signori. Arrivato a Foggia nel 1989, subito dopo la promozione in B, conquist� immediatamente lo Zaccheria con la sua velocit�, il suo sinistro magico e la sua zazzera bionda. In rossonero per tre stagioni agli ordini di Zdenek Zeman, fu protagonista della promozione in serie A e del fantastico nono posto del 1991-92. A fine stagione pass� alla Lazio, squadra con la quale si � tolto numerose soddisfazioni personali � per tre volte capocannoniere in serie A � senza per� sollevare alcun trofeo. Il suo score nel Foggia parla di 136 presenze e 36 reti. Ci� che ha rappresentato va ben oltre le cifre.

COME GIOCA La Ternana si schiera con un 4-4-2. A Foggia Baldassarri far� a meno degli squalificati Pedotti e Morello; sembra inoltre difficile il recupero di Papini e Bizzarri, colpiti da attacchi influenzali. Possibile invece il rientro di Del Grosso sulla corsia difensiva destra. In avanti, accanto a Rigoni, dovrebbe partire titolare l�ex folignate Noviello.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui