Il Foggia affonda a Venezia: decide il rigore di Di Mariano

Il Foggia cade al “Penzo” di Venezia per 1-0 grazie al rigore decisivo siglato da Di Mariano al 34’ di una partita in cui i padroni di casa non sono praticamente mai riusciti a rendersi pericolosi dalle parti di Leali e con tante occasioni sprecate dagli ospiti.

Cosmi schiera il suo 3-5-2 con Vicario in porta; Coppolaro e Domizzi ai lati di Modolo in difesa; centrocampo con Schiavone mediano tra le mezzali Pinato e Zennaro, Lombardi e Bruscagin sulle corsie laterali; in attacco spazio al duo composto da Di Mariano e Bocalon.
Grassadonia schiera il Foggia a specchio: Leali tra i pali; linea difensiva composta da Martinelli, Billong e Ranieri; mediana con Greco in posizione di play, Gerbo e Deli si muovono da interni, Zambelli e Kragl esterni; in avanti la coppia è formata da Mazzeo e Iemmello.


Il Foggia inizia a rendersi pericoloso già dai primi minuti di gioco con Deli che costringe Vicario all’intervento in tuffo dopo 5 minuti di gioco e Mazzeo che, sugli sviluppi del corner seguente, spara alto.
Stessa sorte ha il colpo di testa di Deli al 7’, ben imbeccato da un preciso lancio di Greco, con il numero 10 rossonero che calcia sul fondo dal limite dell’area al 16’ dopo uno scambio con Mazzeo.
Dopo la zuccata a lato di Iemmello al 21’, arrivano i primi squilli del Venezia, con le mire di Pinato al 28’ e Di Mariano al 32’ che risultano essere imprecise, prima del minuto 34, quello della svolta: sugli sviluppi di un corner in favore degli arancioneroverdi, Iemmello tocca in area Lombardi ed il Sig. Aureliano decreta il tiro dal dischetto; dagli 11 metri si presenta Di Mariano che spiazza Leali incrociando il destro che bacia il palo prima di entrare in rete.
Si tratterà di fatto del primo ed unico vero tiro in porta della partita del Venezia, con il Foggia che prova a rimettersi in carreggiata prima del termine della prima frazione di gioco senza successo, con i tiri di Kragl e Gerbo al 36’ e 39’ che vengono bloccati da Vicario, e la zuccata di Iemmello al 43’ che viene deviata in corner da un difensore locale.

Il copione non cambia ad inizio ripresa, con la conclusione di Zambelli al 49’ che non inquadra lo specchio della porta e con Iemmello che al 51’ si fa chiudere in corner da Domizzi, che nell’azione seguente, su un lancio di Martinelli, contrasta Mazzeo prima che possa trovare la battuta a rete.
Pinato calcia senza precisione al 57’, poi Kragl cerca la via del pareggio calciando tre punizioni, con la prima al 59’ che viene deviata in angolo dalla barriera, la seconda al 65’ viene bloccata senza problemi da Vicario, e la terza al 66’ termina nella curva occupata dai 1500 tifosi foggiani giunti a Venezia.
Il Venezia si riaffaccia in area ospite con il colpo di testa di molto sul fondo di Di Mariano al 68’, con Kragl e Gerbo che non riescono a battere il portiere locale a causa di imprecisione quando il cronometro segna rispettivamente 72’ e 74’.
Mazzeo ha la chance del pareggio allo scoccare della mezz’ora della ripresa, ma Vicario si frappone ancora respingendo.
Poi il gioco si fa sempre più frammentario tra sostituzioni e perdite di tempo, con Vicario attento in occasione del tiro di Mazzeo su sviluppi di corner al minuto 85, prima della punizione di Kragl dal limite respinta da un difensore al 94’ ed il destro di Di Mariano al tramonto del match che termina molto lontnao dalla porta di Leali.


Il Venezia ritrova la vittoria dopo 10 partite in cui aveva raccolto solamente 5 punti grazie ad altrettanti pareggi, la prima sotto la gestione Cosmi.
Il Foggia non riesce a conquistare il secondo successo consecutivo dopo quello per 1-0 con lo Spezia, e nel caso in cui il Livorno faccia punti contro il Brescia, tornerebbe ad essere in zona retrocessione diretta.


Tabellino

Venezia - Foggia 1-0
34’ rig. Di Mariano (Ven)

Venezia (3-5-2): Vicario; Coppolaro, Modolo, Domizzi; Lombardi (85’ Mazan), Pinato, Schiavone (77’ Besea), Zennaro, Bruscagin; Di Mariano, Bocalon (92’ Vrioni)
A disposizione: Facchin, Lezzerini, Suciu, St. Clair, Rossi, Cernuto, Zampano, Pimenta, Soldati
Allenatore: Sig. Serse Cosmi

Foggia (3-5-2): Leali; Martinelli, Billong, Ranieri; Zambelli (62’ Agnelli), Gerbo (83’ Matarese), Greco, Deli (77’ Chiaretti), Kragl; Mazzeo, Iemmello
A disposizione: Di Stasio, Noppert, Loiacono, Arena, Cicerelli, Galano, Boldor, Busellato
Allenatore: Sig. Gianluca Grassadonia

Arbitro: Sig. Gianluca Aureliano di Bologna
1’ Assistente: Sig. Giuseppe Borzomì di Torino
2’ Assistente: Sig. Pasquale Cangiano di Napoli
Quarto Uomo: Sig. Francesco Guccini di Albano Laziale

Ammoniti: 44’ Zambelli (Fog), 64’ Pinato (Ven), 65’ Lombardi (Ven), 70’ Martinelli (Fog), 93’ Besea (Ven)
Espulsi: /


Armando Borrelli