Foggia-Pescara, guida alla gara

Quella tra Foggia e Pescara non è una gara come le altre, fa parte della storia del calcio italiano, perchè vanta una serie di incontri in tutti i campionati professionistici. Sono 20 i confronti disputati a Foggia in campionato, con uno score di 12 vittorie per i satanelli, 5 pareggi e 3 trionfi ospiti, con un totale di 35 goal realizzati(25 dal Foggia e 10 dal Pescara). L´anno passato a Gennaio è andata in scena l´ultima sfida allo Zaccheria, terminata sul risultato di 1 rete a 0 per gli ospiti siglata dall´attuale capocannoniere dei biancocelesti: Leonardo Mancuso. Quest´ultimo pericolosissimo elemento dovrebbe essere inserito tra gli undici titolari scelti da mister Pillon, invece salteranno la sfida gli squalificati: Gravillon e Del Grosso, mentre sono in dubbio Fiorillo e Brugman. In casa Foggia saranno 6 le assenze: lo squalificato Gerbo, Camporese, Tonucci e Zambelli per infortunio, Ngawa a scopo precauzionale e Chiaretti per influenza. I delfini non vincono in campionato da poco più di un mese, raccogliendo nelle ultime settimane soltanto 2 punti su 12 a disposizione, perdendo l´ultima gara i casa contro la capolista Brescia subendo 5 goal; i rossoneri hanno un trend leggermente migliore grazie: alla vittoria fuoricasa per 2 reti a 0 contro il Carpi, dopo aver pareggiato in casa contro il Verona e l´importante punto di Palermo preceduto da una brutta gara interna contro il Crotone dell´ex Stroppa persa con 2 reti di passivo.

Probabili formazioni:

FOGGIA (4-3-3):
Leali; Loiacono, Martinelli, Billong, Ranieri; Agnelli(Deli), Greco, Busellato; Galano, Iemmello, Kragl.
A disposizione: Noppert, Sarri, Boldor, Ingrosso, Marcucci, Cicerelli, Matarese e Mazzeo.
Allenatore: Pasquale Padalino.

PESCARA (4-3-1-2):
Fiorillo (Kastrati); Ciofani, Campagnaro, Scognamiglio, Balzano; Memushaj, Brugman (Bruno), Melegoni; Marras; Mancuso, Kanoutè. 
A disposizione: Kastrati, Bellini, Bettella, Monachello, Perrotta, Crecco, Antonucci, Del Sole, Capone.
Allenatore: Giuseppe Pillon.

ARBITRO: Manuel Volpi di Arezzo (Damiano Margani di Latina e Michele Lombardi di Brescia). IV UOMO: Luca Massimi di Termoli.

Foto: Antonello Forcelli


Antonio Umbriano