Crotone, Oddo, debutto con l’amaro in bocca. “Ma ho visto cose positive”

  • in



Massimo Oddo incassa soltanto un punto. Ne avrebbe meritati tre, ma il pareggio contro il Carpi è figlio di una prova sfortunata. Errori sotto porta e un filo di nervosismo per una direzione arbitrale scadente, ma l’allenatore non cerca alibi e incassa il punto consapevole che il lavoro da compiere è importante seppure raccoglie buone impressioni dal pari.

“Dispiace per i ragazzi – esordisce – abbiamo fatto una buona partita. Bravi a mettere in campo quelle due idee che ho chiesto in questi giorni di allenamenti. Bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno, ma se le premesse sono queste sono fiducioso. Abbiamo creato 17 palle gol, c’è amarezza come se avessimo perso. Abbiamo subito il gol soltanto in quel modo, tante altre circostanze bravi ma all’unica disattenzione gol subito un gol evitabilissimo. Dovevamo essere più cinici sotto porta e spesso queste partite vanno a finire così. Ma questa è una squadra che può andare lontano. Ora non possiamo e dobbiamo ragionare a lungo termine poi vediamo dove possiamo arrivare. Di sicuro per adesso siamo in ritardo ma il nostro obbiettivo è raggiungere i playoff e poi fare altri tipi di ragionamento”.

Il tecnico ha assistito perplesso al finale di gara nervoso causa alcune scelte dell’arbitro che hanno fatto discutere. Ma preferisce dribblare le polemiche e guarda oltre.

“Non cerco alibi. Parlo dei miei ragazzi È non ci attacchiamo all’arbitro perché non abbiamo pareggiato per colpa dell’arbitro ma perché siamo stati polli nel gol subito. Prendiamo le cose buone e quelle meno buone lavorando su quelle”

fonte: ilcrotonese.it


Francesco Ricci