ALLO ZAC, I VOTI LI DO IO! ...DI STEFANO BUCCI

Cari amici lettori, il Foggia chiude la stagione casalinga battendo di misura la Salernitana, e conserva matematicamente il nono posto in classifica.
Resta la grande stagione disputata dai rossoneri guidati magistralmente da mister Stroppa, così come resta la provvidenziale rivoluzione operata da Nember a gennaio, che senza ombra di dubbio, ha indirizzato per il verso giusto il cammino dei rossoneri, sino a quel momento non nelle aspettative di società e tifoseria.
Resta pure la consapevolezza ed il rammarico, che forse, con un po’ di attenzione in più in qualche gara, e qualche errore in meno, si poteva conquistare un traguardo ancor più importante, ma per questo, c’è sempre tempo…
Ma ora andiamo a giudicare i rossoneri scesi in campo.

Noppert 6 – sta prendendo confidenza con il ruolo da titolare, qualche buon intervento e ad alcune uscite a presa alta fanno il resto. “In crescita”. Tonucci 6,5 – solita prestazione da guerriero di difesa, cerca di non lasciare spazi utili per gli attaccanti avversari. “Mastino”. Camporese 7 – gara perfetta del centrale rossonero, costantemente in anticipo sugli avversari, in qualche occasione si permette anche il lusso di qualche giocata da applausi. “Eleganza da vendere”. Calabresi 6 – pur in un quadro di prestazione sufficiente e senza sbavature, non si è visto lo stesso livello di aggressività evidenziato nelle precedenti uscite. “Da ultimo giorno di scuola”. Gerbo 6 – Come sempre, è generoso e qualitativamente importante il suo lavoro sulla fascia destra. Più attivo in fase propositiva nel primo tempo, nella ripresa cala un po’, limitandosi ad una maggiore attenzione in fase di copertura. “Instancabile”. Agazzi 6 – prestazione dai due volti. Primo tempo giocato con tanto movimento e pressing sugli avversari, e ripresa nella quale ha sofferto la qualità e la fisicità di Akpa Akpro. “Double face”. Agnelli 7 – per un’ora ha sfoderato una prestazione superlativa, senza perdere di vista un tal Rosina. Si arrende solo ad un crampo. “Che cuore”. dal 62’ Scaglia 6 – non ha le stesse caratteristiche del Capitano, ma contribuisce ugualmente ed in modo positivo alla causa rossonera. “Navigato”. Deli 6,5 – suo è l’assist per la rete vittoria di Mazzeo, ma ormai, non ci meraviglia più, la sua crescita è un dato di fatto. “Una certezza”. Rubin 6 – un primo tempo esplosivo nel quale ha dominato l’intera fascia sinistra, creando pericoli alla difesa granata con i tanti cross. Nella ripresa cala vistosamente, forse, anche per un ritmo partita che in questa stagione è un po’ mancato. “Giustificato”. dal 59’ Kragl 6 – pur entrando a freddo, fa presto a riscaldarsi e fornisce il suo contributo positivo per la vittoria rossonera. “Auguri di Buon Compleanno”. Mazzeo 8 – si muove tanto e punge, realizzando il 18° centro stagionale. Campionato da incorniciare e forse, con una gara da giocare, il bottino potrebbe anche aumentare. “Superlativo”. Floriano 6,5 – il suo movimento crea difficoltà ai difensori avversari, sempre presente alla manovra offensiva, avrebbe meritato una segnatura. “Effervescente”. dal 55’ Nicastro 6 – si fa notare per qualche cross in area avversaria, e per il generosissimo movimento sul fronte offensivo. Attraverso l’impegno, ha conquistato tutti. “Girone di ritorno esaltante”.


Stefano Bucci