ALLO ZAC, I VOTI LI DO IO! ...DI STEFANO BUCCI

Cari amici lettori, il Foggia asfalta l’Ascoli di Serse Cosmi ed inizia veramente a sognare un posto al sole, o per meglio dire, nei play-off.
I rossoneri sfoderano la più bella prestazione casalinga della stagione, e non solo per il rotondo risultato conseguito, ma soprattutto per aver evidenziato nell’arco dell’intera gara, un costante livello di crescita psicofisico, importantissimo in questa fase finale della stagione regolare.
E così, tra una dichiarazione rassicurante del commissario Giannetti, e la precisa volontà di mister Stroppa nel voler raggiungere al più presto i 50 punti, si fa largo il “sogno” di una intera tifoseria che già pregusta il derby con il Bari.
Ma ora andiamo a giudicare i rossoneri scesi in campo.

Guarna 6,5 – lavoro di ordinaria amministrazione, ed un unico vero intervento su una girata di Monachello ad inizio ripresa. “Rinfrancato”. Calabresi 7 – sa difendere e sa impostare, il tutto con una eleganza da categoria superiore. “Perfetto”. Camporese 7 – dopo qualche gara non convincente, si riconquista il ruolo di perno fondamentale della difesa rossonera, guidando i suoi compagni di reparto con attenzione e precisione. “Impeccabile”. Loiacono 7 – dalle sue parti non si passa, e non accontentandosi, si permette il lusso di realizzare la terza rete da attaccante puro. “Capitano di giornata”. Zambelli 7 – la fascia destra è la sua casa, e lui la percorre su e giù senza stancarsi mai. “Incontenibile”. Agazzi 7 – prestazione superlativa del centrocampista rossonero, fa partire l’azione che porterà al vantaggio di Deli e tanto altro. “E’ sembrato ovunque”. Greco 6,5 – dirige con semplicità l’orchestra rossonera per 77 minuti, non disdegnando un lavoro di chiusura varchi altrettanto importante. “Pragmatico”. dal 77’ Scaglia s.v. Deli 8 – ha il grande merito di sbloccare l’incontro, si procura un rigore e distribuisce generosamente le sue qualità ad un centrocampo da applausi. “Illuminante”. Kragl 7 – spinge sulla sua fascia in modo continuo, ci prova da fuori in qualche circostanza, e confeziona l’assist per la rete di Loiacono. “Energia allo stato puro”. Mazzeo 7 – come sempre fa un grande lavoro muovendosi negli spazi, creando non pochi problemi in termini di marcature per la difesa avversaria. Realizza la sua 15° rete stagionale, ma fallisce la 16° dal dischetto. “Perdonabile”. dal 72’ Beretta 6 – in quei pochi minuti giocati, sprigiona tutta l’energia accumulata stando in panchina, mettendo in crisi una difesa già sfiancata, e sfiorando la deviazione in rete su imbeccata di Duhamel. “Voglioso di giocare”. Nicastro 6,5 – per mister Stroppa è quasi inamovibile, e lui lo ripaga con un’altra bella prestazione. “Riconoscente”. dal 71’ Duhamel 6 – come per Beretta, meriterebbe di giocare più minuti, e credo che in questa parte finale del campionato, le occasioni non mancheranno. “Carpe diem”.


Stefano Bucci