Avellino, Novellino: “Capisco la puzza sotto il naso ma…”

  • in

L’Avellino non sfonda il muro della Virtus Entella ed è costretto ad accontentarsi di uno 0-0 contro un avversario tignoso che ha badato più che altro a coprire tutti gli spazi. L’ultima volta che è finita a reti inviolate risale al 6 febbraio, quando Walter Novellino uscì indenne da Trapani con l’Avellino in piena rincorsa salvezza.

Adesso si tratta del secondo pareggio di fila che il pubblico non ha gradito al triplice fischio. “Non era facile – ha spiegato il tecnico biancoverde – nel primo tempo avremmo dovuto far girare il pallone più velocemente, meglio nel secondo tempo, siamo cambiati, non abbiamo fatto chissà cosa ma abbiamo provato a vincerla. Queste sono partite che puoi anche perdere”.

Walter Novellino percepisce lo scetticismo generale attorno al pareggio ottenuto, lasciandosi andare a qualche reazione piccata. “Capisco che c’è la puzza sotto il naso ma il calcio è anche questo” ha detto stizzito il trainer di Montemarano che ha aggiunto: “Abbiamo giocato soltanto qualche giorno fa a Perugia, non abbiamo subito un tiro in porta contro l’Entella, non posso rimproverare nulla alla squadra, tutti vorrebbero vincere ma certe partite rischi anche di perderle. Bisogna guardare avanti, al ristorante il conto si fa sempre alla fine”.

fonte: irpinianews.it


Francesco Ricci