Qui Vibo Valentia - Salvatore Campilongo :»Tutti assieme possiamo centrare l´obiettivo«

Ha chiamato tutti a raccolta. Ha chiesto la collaborazione di chi ha a cuore le sorti del club rossoblù. Sasà Campilongo crede nel progetto. E’ voglioso di rimettersi in discussione. E’ sicuro di avere la collaborazione della società per rinforzare la squadra.
Nel giorno della presentazione ufficiale, il nuovo allenatore ha avuto ancora una volta il pieno sostegno del presidente Caffo, il quale ha dichiarato che «da parte della dirigenza c’è l’intenzione di prendere calciatori di un certo valore. Contiamo di ingaggiarli il più presto possibile. Se non sono ancora qua è perché qualcuno di loro deve risolvere delle situazioni economiche con i club di appartenenza, perché non tutte le società sono serie e puntuali come la Vibonese».
Quindi il ds Battaglia ha aggiunto «di aver trovato grande disponibilità da parte dei calciatori contattati» e che l’ultimo posto in classifica «non è di ostacolo, perché Vibo resta una piazza appetibile. Spero già in questa settimana di poter chiudere un paio di trattative. ´accordo è già stato raggiunto».Ed ecco Sasà Campilongo. Il nuovo tecnico ha spiegato che «con la società c’è un’intesa di massima su tutto. Sappiamo bene dove intervenire. Sicuramente a questa squadra servono un difensore centrale e un centrocampista che sia in grado di vedere la porta, anche perché quelli tuttora in organico hanno altre caratteristiche. Inoltre interverremo anche nel reparto avanzato. Non possono ricadere su un solo calciatore le aspettative realizzative di una squadra».
L’allenatore rossoblù ha espressamente affermato di voler vedere una squadra «non timorosa, ma agguerrita, ovunque e con chiunque, a maggior ragione quando gioca in casa. Poi si potrà anche perdere, ma io voglio una formazione che lotti, che dia l’anima, che se la giochi a viso aperto. Il nostro stadio dovrà diventare il nostro fortino. Solo così potremo iniziare la nostra risalita».
La classifica non lo spaventa. «Bisogna intanto essere realisti e considerare che siamo comunque ultimi. Dopodiché ci sono tutti i margini per centrare l’obiettivo. Ma è chiaro che questa non è una cosa che posso compiere da solo. Serve la collaborazione di tutti. Della squadra, della società e della tifoseria. La Lega Pro è una categoria troppo importante, difficile, ma affascinante. So che la società ha fatto sacrifici non indifferenti per conquistarla. Dobbiamo lottare per mantenerla. Io ci credo. E tutti assieme possiamo centrare l’obiettivo».

fonte: US Vibonese Calcio pagina facebook


La Redazione